Loading...
PRODOTTI

Soluzioni costruttive per l’isolamento acustico

PRODOTTI

Soluzioni costruttive per l’isolamento acustico

Data:
Condividi:

Ambienti confortevoli a livello acustico con YTONG

L’isolamento acustico degli edifici è la capacità di questi ultimi di schermare i rumori, sia quelli provenienti dall’esterno che quelli che si creano all’interno (tra ambienti adiacenti).

Il suono è una vibrazione dell’aria che viene percepita dal nostro orecchio e viene classificata con un valore chiamato intensità.

L’intensità viene espressa in decibel (dB) e ha un dominio che va da 0 a 120 dB.

Il limite stabilito dalla normativa che fa riferimento al DPCM del 5/12/97 risulta di 40 dB ed è relativo al rumore percepito nelle abitazioni proveniente da fonti esterne.

A luglio 2010 è stata pubblicata la UNI 11367 sulla classificazione acustica delle unità immobiliari che propone un metodo per la valutazione della “qualità acustica delle unità immobiliari”.

Attualmente il rumore è diventato una delle principali fonti di inquinamento: l’esposizione prolungata può causare danni alla salute, sia fisici che psichici. È quindi sempre più importante trovare soluzioni costruttive che possano contenere e schermare i rumori provenienti dall’esterno, da impianti presenti negli edifici e tra edifici o ambienti adiacenti.

La scelta di un materiale da costruzione che presenti caratteristiche di isolamento acustico è senza dubbio uno dei primi fattori che possono aiutare a risolvere i problemi causati dal rumore e che - associato a tecnologie costruttive appropriate - può risolverlo completamente.

Il calcestruzzo cellulare YTONG, grazie alla sua struttura omogenea e alla presenza di microbolle d’aria, è una barriera naturale contro la trasmissione del suono.

Ne consegue che i prodotti YTONG, assicurano valori di isolamento acustico superiori di 2-4 dB rispetto alla normativa in vigore.

I pannelli MULTIPOR, per esempio, realizzati in calcestruzzo cellulare, risultano un materiale da costruzione con caratteristiche fonoisolanti e fonoassorbenti adatto sia all’isolamento acustico di facciata sia tra pareti divisorie.

È indubbio che, in fase di progettazione di un edificio per garantire un buon isolamento acustico oltre ad operare una scelta oculata del materiale più adatto, è necessario considerare anche i seguenti aspetti:

  • Tipo di costruzione, pesante o leggera
  • Qualità e caratteristiche di elementi come finestre, solai, pareti
  • Posizionamento degli impianti tecnologici
  • Disposizione degli ambienti e destinazione d’uso
  • Orientamento e posizione dell’edificio rispetto alle fonti di rumore

In fase di costruzione va inoltre tenuto conto di alcuni dettagli costruttivi che servono a migliorare e - soprattutto - a non inficiare le caratteristiche del materiale.

Nelle soluzioni con i prodotti YTONG, sotto la muratura viene posizionata una fascia “tagliamuro” con caratteristiche elastiche, in modo da evitare che il piede del muro possa rappresentare un “ponte acustico” e ridurre di 2-3 dB il potere fonoassorbente della parete.

In presenza di pilastri nei muri divisori doppi, la soluzione ottimale è quella di desolidarizzare il pilastro da entrambi i paramenti murari, o in alternativa può essere sufficiente intervenire su un unico paramento.

Per quanto riguarda gli scarichi idraulici, la giusta posizione sarebbe quella all’interno delle murature divisorie tra due unità immobiliari, prevedendo dei vani tecnici ad hoc ed adeguatamente isolati, per evitare la trasmissione del rumore dall’interno verso l’esterno e tra le unità immobiliari. Infine le cassette idrauliche ed elettriche, se posizionate sui due lati di una stessa muratura, devono essere sfalsate per evitare l’indebolimento delle prestazioni acustiche del paramento murario.

Dai rapporti verificati su prove campione risulta che un paramento murario di 20 cm, realizzato con blocchi YTONG con cappotto in MULTIPOR di 16 cm, migliora il valore del potere fonoassorbente di 2 dB.

La porosità di questi prodotti, inoltre, garantisce un buon assorbimento acustico se applicato “a vista” in ambienti come box, garage e cantine, migliora il confort acustico in ambienti normalmente soggetti a fenomeni di rimbombo.

In evidenza